Main menu

Alimentazione

Proposta interessante - Definire l identikit di BIRRA ARTIGIANALE

ROMA, 27.11.2015 - "Subito una legge per 'definire l'identikit' della birra artigianale su cui attualmente manca una normativa

a fronte di molteplici formule usate nella filiera produttiva. Una regolamentazione necessaria per tutelare un settore dell'agroalimentare made in Italy in continua crescita,

che secondo i dati di Unionbirrai, conta 875 piccoli birrifici sul territorio nazionale che impiegano 1300 persone e producono un indotto di 4mila lavoratori ed è guidato inoltre da giovani imprenditori con un'età media che va dai 30 ai 35 anni". È la proposta della delegazione di parlamentari del M5S impegnati oggi in un tour dedicato alla birra artigianale presso i tre birrifici di Apecchio, in provincia di Pesaro e Urbino, insignita del titolo di 'Città della Birra', e seguito da una tavola rotonda intitolata "Verso una legge per il riconoscimento della birra artigianale" . Oltre ai portavoce del M5S (i deputati Filippo Gallinella e Chiara Gagnarli della Commissione Agricoltura e i due parlamentari marchigiani, Patrizia Terzoni e Andrea Cecconi), hanno partecipato al dibattito istituzioni locali e associazioni di categoria.
"Da tempo abbiamo cercato di porre all'attenzione del Parlamento e del Governo la questione relativa alla regolamentazione del settore della birra artigianale senza ottenere alcuna risposta concreta. Per questo abbiamo deciso di muoverci sul territorio italiano ed ascoltare da vicino le esigenze di questo settore", spiegano Così Chiara Gagnarli e Filippo Gallinella, deputati della Commissione Agricoltura del Movimento Cinque Stelle.

"Ma la definizione di birra artigianale è una questione di processo o di quantità? Vale per un micro birrificio che aggiunge anidride carbonica o pastorizza o usa solo i quattro ingredienti tradizionali (acqua, malto, luppolo e lievito) e nessuna manipolazione nella produzione?", sono alcuni degli spunti posti sul tavolo della discussione dai portavoce 5 Stelle.
"Oltre che regolamentato, il settore della birra artigianale va anche sostenuto. Per questo abbiamo chiesto il recepimento della direttiva comunitaria che già dal 1992 prevedeva aliquote di accise ridotte in base alla produzione annua di ettolitri del birrificio o l'accertamento dell'accisa non a monte ma a valle in modo da non pagarla anche sugli sprechi", hanno concluso i parlamentati M5S.

Curcuma Effetti benefici, e collaterali?

La curcuma vanta molte proprietà e benefici: questa spezia esercita un'azione antiossidante, antinfiammatoria e antitumorale, ma molte altre sono le proprietà benefiche e curative che la riguardano. Attenzione a controindicazioni ed effetti collaterali, come nausea e diarrea. A cosa serve, quindi, la curcuma e dove si trova? Scopriamolo.

 

Quali sono le proprietà, i benefici e gli effetti collaterali della curcuma? La curcuma vanta diverse proprietà benefiche davvero preziose per la salute dell’organismo. Dalla pianta in questione, vengono ricavati i rizomi, ricchi di principi attivi: alla fine, dopo l’ebollizione e l’essiccazione, se ne ottiene una polvere, che è dotata di azioni antinfiammatorie e antiossidanti. Non a caso, la curcuma – secondo la ricerca scientifica – avrebbe anche un’azione di prevenzione nei confronti di alcuni tumori e molte sono, infatti, le patologie che possono beneficiare dell’azione della curcuma. Il tutto è possibile grazie agli effetti esercitati dalla curcumina, dal potassio, dalla vitamina C e dall’amido. Scopriamone insieme tutti gli effetti benefici, non dimenticando di non esagerare, per evitare eventuali effetti collaterali.

Semi di Canapa - Proprietà Benefiche

La principale caratteristica di questi semi, che dal punto di vista botanico sono in realtà i frutti della pianta, è l’abbondanza di proteine vegetali a elevato valore biologico, ossia ricche di tutti gli aminoacidi essenziali. Tre cucchiai da minestra di semi di canapa contengono 12 grammi di proteine, ossia già il 17% delle fabbisogno proteico quotidiano di un individuo adulto sano, che necessiti di circa 2.000 kcal al giorno.          

In più questi semi oleosi si potrebbero considerare un ottimo integratore di acidi grassi essenziali, omega 6 e omega 3, e più in generale di grassi insaturi: 100 g di semi apportano 35 g di grassi insaturi e 30 g di polinsaturi. Per soddisfare il fabbisogno quotidiano di omega 6 e 3, basterebbe assumere ogni giorno un cucchiaio di semi di canapa sativa. Inoltre sono un’ottima fonte di acido gamma-linoleico, che contribuisce all’equilibrio ormonale.

Le fibre alimentari sono un altro nutriente molto abbondate in questo alimento: 100 g di semi, che sono poco più di 3 cucchiai, garantiscono già un terzo del fabbisogno quotidiano di fibre. I semi di canapa sono anche una buona fonte di sali minerali e vitamine:

  • calcio, magnesio, zolfo , rame, potassio, fosforo
  • vitamina B1, vitamina B2, vitamina B6, vitamina D, vitamina E.

Tutti questi benefici non devono indurre all’uso di questi semi senza la giusta considerazione dell’apporto calorico. Il loro sapore gradevole li rende anche utili ad arricchire semplici insalate di verdura, pasta o anche riso. Un cucchiaio di semi di canapa però aggiunge al piatto ben 100 kcal. Nell’ambito di una dieta sana e di una vita attiva non sono molto, ma è sempre corretto sostituire e non aggiungere un’ulteriore fonte energetica a un piatto. In pratica, chi aggiunge un cucchiaio di semi di canapa all’insalata dovrebbe evitare il classico cucchiaio d’olio come condimento, oppure fare una passeggiata a passo spedito della durata di almeno 20 minuti.

Proprietà benefiche della Melagrana ( melograno)

La Melagrana non è altro che il frutto del Melograno, un arbusto chiamato Punica Granatum che ha le sembianze di un cespuglio con foglie piccole e lunghe di colore verde, che può raggiungere un’altezza di 4 metri. Le sue origini vanno ricercate nel Nord Africa e nel Caucaso; oggi il melograno cresce spontaneamente nelle regioni mediterranee dell'Asia e dell'Europa ed è largamente diffuso anche in Nord America. I suoi fiori sono di colore rosso scarlatto e sono racchiusi in una specie di guscio tondeggiante che presenta alcuni petali sulla sommità. Anche i semi sono di colore rosso e “vantano” un succo dolce e dissetante, ricco di proprietà salutari.

Anticamente si pensava che il succo del melograno rappresentasse il sangue del dio Dioniso, e sembra che la dea dell’amore, Afrodite, lo avesse piantato sulla terra in suo onore. Fin dai tempi antichi la melagrana è stata considerata il frutto della fertilità: in alcune popolazioni infatti, le spose lo utilizzavano per predire il numero di figli che sarebbero nati e spesso venivano intrecciati tra i capelli i rami del melograno, come augurio di fecondità e il simbolo di questo frutto è quindi l’abbondanza. Inoltre, la fitoterapia e numerose recenti ricerchi, attribuiscono al melograno numerose proprietà benefiche sia nelle radici (proprietà antibatterica e antielmintica in grado di combattere la tenia), sia nel frutto (sostanze polifenoliche che combattono le patologie vascolari). I polifenoli sono infatti sostanze antiossidanti, contenute in numerosi alimenti, molto utili per combattere le degenerazioni dell’apparato vascolare. Ulteriori studi hanno anche evidenziato che la melagrana ha anche un effetto gastroprotettivo sullo stomaco. La pianta del melograno, nel linguaggio floreale, grazie proprio al suo colore rosso vivo, ha un grande effetto a livello ornamentale, specialmente gli esemplari con rami e tronchi contorti; molti parchi e giardini ne sono pieni e spesso viene sistemata con altre piante per realizzare siepi e composizioni floreali particolari. 

 

                                                                                                                                                                                                   Biolife Italy

                                                                                                                                                               Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.